Frosinone

Frosinone

E’ la capitale della Ciociaria, ed è una città carica di storia, monumenti, siti archeologici e aree naturali: stiamo parlando di Frosinone, polo strategico del Lazio meridionale che per la sua collocazione geografica ha costituito e tuttora costituisce uno snodo di comunicazione importante per tutta la Regione.

Non a caso nel corso della sua storia questo territorio è stato spesso oggetto di devastazioni e saccheggi, che insieme ai terremoti (ce ne fu uno nel 1350 particolarmente violento) hanno di fatto cancellato in buona misura il passato della città, anche se sono conservate moltissime testimonianze del precedente impianto urbanistico.

Dicevamo che Frosinone ha davvero moltissimi monumenti e luoghi d’interesse: pensate che di architetture religiose ce n’è ben 7, mentre di quelle civili ce ne sono 11. La città ha anche numerosi siti archeologici (3) e molte aree naturali (9). Tutto questo per poco meno di 50mila abitanti. Una vera fortuna, che ha rischiato di essere distrutta completamente durante la seconda guerra mondiale. Basti pensare che alla fine del conflitto Frosinone risultò essere il capoluogo di provincia più devastato con riferimento al numero di abitanti e al patrimonio edilizio.

Attualmente Frosinone è una città molto carina, interessante sotto ogni punto di vista. Perciò è sicuramente una tappa del vostro tour per il Lazio. Notevole dal punto di vista architettonico è la Cattedrale di Santa Maria Assunta, il luogo di culto più importante di Frosinone, e merita anche una visita la Chiesa Abbaziale di San Benedetto, il Santuario della Madonna della Neve e la Chiesa di Santa Lucia (edificata nel XVI secolo dal vescovo Ennio Filonardi per la sepoltura dei condannati a morte).

Per quanto riguarda invece le architetture civili, molto interessanti sono il Palazzo del Governo, il grattacielo L’Edera (uno dei più imponenti del centro-meridione italiano) e la Fontana Bussi (con il Ponte della Fontana adiacente, si trova sotto il viadotto di Viale Roma).

Consigliamo infine anche una visita ai numerosi siti archeologici (in primis l’Anfiteatro romano e le Terme romane) e alle tante aree naturali presenti nel territorio.